3536 visitatori in 24 ore
 218 visitatori online adesso





Stampa il tuo libro





Pubblicità
eBook italiani a € 0,99: ebook pubblicati con la massima cura e messi in vendita con il prezzo minore possibile per renderli accessibile a tutti.
I Ching: consulta gratuitamente il millenario oracolo cinese.
Confessioni: trovare amicizia e amore, annunci e lettere.
Farmaci generici Guida contro le truffe sui farmaci generici.

Xenical per dimagrire in modo sicuro ed efficace.
Glossario informatico: sigle, acronimi e termini informatici, spiegati in modo semplice ma completo, per comprendere libri, manuali, libretti di istruzioni, riviste e recensioni.
Guida eBook: Guida agli eBook ed agli eBook reader. Caratteristiche tecniche, schede ed analisi

L'ebook del giorno

Gli ultimi filibustieri

"Gli ultimi filibustieri" è il quinto ed ultimo romanzo del ciclo dei corsari delle Antille scritto da Emilio (leggi...)
€ 0,99


Cuccu Anna Maria

Sa fèmina accabadora

Donne
Oscura
come la Morte
con le tue nere vesti
andavi
a far cessare
gli angosciati
lamenti
dei morenti.

Avvolta
nelle tenebre
della Notte
rientravi
alla tua dimora,
dopo aver celebrato
il tuo ancestrale,
matriarcale,
sepolcrale rito.



Cuccu Anna Maria 14/01/2010 15:47| 13| 2778

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza l'autorizzazione dell'Autore.
La riproduzione, anche parziale, senza l'autorizzazione dell'Autore è punita con le sanzioni previste dagli art. 171 e 171-ter della suddetta Legge.

Nota dell'autore:
«Sa fèmina accabadora era colei che metteva fine all'agonia dei moribondi per eliminarne la lunga sofferenza. Una figura ancestrale e matriarcale che è esistita in Sardegna fino al 1900. Veniva chiamata dalle famiglie dei moribondi per porre fine alle loro sofferenze. Esse svolgevano il loro compito senza percepire alcun compenso e lo eseguivano guidate dalla pietà, per questo non furono mai processate o condannate né scomunicate dalla chiesa. Una forma di eutanasia ante litteram di origine antichissima. Esse agivano la notte. Erano circondate da un alone di timore e rispetto.»


 

Commenti sulla poesia Commenti di altri autori:

«Un brivido percorre la pelle, nel leggere questa poesia, tanto macabro è l'argomento che l'attraversa, quanto mirabile e pregevole l'esposizione.»
Club ScrivereRita Minniti (15/01/2010) Modifica questo commento

«Vers stupendi che mi hanno fatto conoscere qualcosa di ignoto. Grazie e la conservo»
Azar Rudif (15/01/2010) Modifica questo commento

«Stupenda questa superba tragica intensa poesia
E' vero hai talmente ben descritto questa donna che la si riesce a "vedere" e sentire i suoi felpati passi che nella notte entra nelle case e..., tornando poi nella sua piccola dimora
Applausi, Anna Maria da questo grandissimo teatro
Immensamente piaciuta ed apprezzata»
Club ScrivereRosy Marchettini (14/01/2010) Modifica questo commento

«Versi che probabilmente non tutti accettano oggi – visto le tante discussioni che sempre tengono vivo questo concetto. Davvero ben scritta e scorrevole per un tema alquanto difficile.»
Club ScrivereBerta Biagini (14/01/2010) Modifica questo commento

«Applausi Anna Maria
davvero ben scritta molto piaciuta
immagini forti che colpiscono molto suggestiva»
Danielinagranata (14/01/2010) Modifica questo commento

«Figura di donna accabaora, che entra di notte nelle case dei morenti, per il suo rito sepolcrale...»
Doraforino (14/01/2010) Modifica questo commento

«poesia molto bella e suggestiva, impreziosita da versi raffinati che colpiscono. immagini vivide che restano nella memoria.»
Salvatore Ferranti (14/01/2010) Modifica questo commento

«Molto suggestivi questi versi, descritti in modo spettrale, come s'addice alla funzione dell'accabadora. Funzione che, personalmente, ritengo preziosa, ponendo fine ad inutili sofferenze.»
Club ScrivereCarlo Fracassi (14/01/2010) Modifica questo commento

«Anche se può creare un po di disagio ai giorni nostri, per come reinterpretiamo il valore della vita, come dice l'Autrice queste persone sono esistite fino ad un decennio fa e venivano chiamate dai parenti a praticare l'eutamasia per alleviare le sofferenze di chi era in procinto di morire ma anche un atto necessario per i parenti appartenenti a classi sociale disagiate. Piaciuta»
Francesco Scolaro (14/01/2010) Modifica questo commento

«è una poesia suggestiva e scritta con grande garbo e rafinatezza poetica... sempre eccelsi i tuoi versi...»
Francesco Luca (14/01/2010) Modifica questo commento

«Io sardo, evidentemente sordo alle tradizioni della mia gente, non sapevo dell'esistenza di questa inquietante figura. Ti ringrazio per aver colmato questa mia lacuna sulle accabadoras (terminatrici) con questa lirica che faccio mia e che giudico splendida per il fluire dei versi e per il senso di turbamento che ne promana. Da fiocco.»
Gianni Marras (14/01/2010) Modifica questo commento

«Poesia intensa, sorprendente, quasi antropologica nel tema. Molto piaciuta»
Club ScriverePaolo Ursaia (14/01/2010) Modifica questo commento

«Sembra di vedere questa donna vestita di nero, con il volto velato, aggirarsi per le strade del paese, muovendosi con circospezione per recarsi in casa dell'anziano moribondo. Poesia ricca di magia molto apprezzata.»
Anna Maria Obadon (14/01/2010) Modifica questo commento

La bacheca della poesia:
Non ci sono messaggi in bacheca.

Amazon Prime

Link breve Condividi:


Donne
La sposa bambina
Forse non sai di essere importante nel disegno dell'Universo
Frammenti di un amore
Gli inganni del cuore
11 Settembre 1599
Tra dannazione e redenzione
8 Marzo sempre
L' amore delle donne
Le Grandi Madri
La liberazione, ovvero la ritrovata stima della propria dignità di donna
La condanna
Sindrome di Stoccolma
Nozze rosso sangue
Il cuore delle donne
Donne
La ginestra
Amara linfa
Il silenzio che uccide femminile Essenza
Ancora arduo è il volo del femminile universo
La strega
Donne
Vittime
L' importanza di essere donna
Donne
Donna violata
Fiore della strada
Solitudini parallele
Donna dell'Est
Voci di donne
Quando rifiorirà la mimosa
Sa fèmina accabadora
Fiore reciso
Una donna qualunque
La Lettera Scarlatta
La Decima Musa (A Saffo)
Maternità negata
La Mimosa e la Rosa Rossa
Madri di Maggio (Desaparecidos)

Tutte le poesie

Femminili essenze
Amara linfa
Ancora arduo è il volo del femminile universo
Donna dell'Est
Donna violata
Donne senza volto
Donne
Donne
Donne sole
Eterea farfalla
Fiore reciso
Il cuore delle donne
Il silenzio che uccide femminile Essenza
La Decima Musa (A Saffo)
La Mimosa e la Rosa Rossa
Lettera a mia madre
Madri di Maggio (Desaparecidos)
Maddalena penitente
Nel tuo tenero abbraccio
Poesia per un'amica
Premure Materne
Sa fèmina accabadora
Solitudini parallele
Fiore della strada
Voci di donne
L' Amica ritrovata
11 Settembre 1599
Tra dannazione e redenzione




Cuccu Anna Maria
 I suoi 53 racconti

Il primo racconto pubblicato:
 
Una vita normale (05/08/2012)

L'ultimo racconto pubblicato:
 
Una porta sull'Infinito (19/06/2016)

Una proposta:
 
Marina e Gabriele (09/09/2012)

Il racconto più letto:
 
Lo scambio (24/11/2012, 36616 letture)


 Le poesie di Cuccu Anna Maria



Lo staff del sito
Google
Cerca un autore od una poesia

Accordo/regolamento che regola la pubblicazione sul sito
Le domande più frequenti sulle poesie, i commenti, la redazione...
Guida all'abbinamento di audio o video alle poesie
Pubblicare un libro di poesie
Legge sul Diritto d'autore (633/41) - Domande e risposte sul Diritto d'autore
Se vuoi mandarci suggerimenti, commenti, reclami o richieste: .
Inserite la vostra pubblicità su questo sito: https://adwords.google.com/cues/7505CA70FA846F4C06E88F45546C45D6.cache.png

Copyright © 2018 Scrivere.info Scrivere.info Erospoesia.com Paroledelcuore.com Poesianuova.com Rimescelte.com DonneModerne.com AquiloneFelice.it